SEDAZIONE COSCIENTE O ANALGESIA SEDATIVA

E la paura del dentista va via !!!

masterfluxCol termine “sedazione” s’intende uno stato di ridotto eccitamento o ansia indotto dalla somministrazione di un agente sedativo, il paziente rimane costantemente in stato di coscienza, i suoi riflessi si conservano ed egli è in grado di capire e rispondere ai comandi verbali pur ricevendo una condizione di rilassamento e controllo del dolore.

In cosa consiste la sedazione cosciente ?
Consiste nel far respirare una miscela di Ossigeno e Protossido d’azoto ( gas normalmente presenti nell’aria), ottenuta su percentuali personalizzate per il paziente sotto costante controllo computerizzato. Si rimane coscienti, ma in assoluto rilassamento, avendo eliminato completamente lo stato d’ansia. Il paziente ne riceve un piacevole senso di benessere e tranquillità, con innalzamento della soglia del dolore (si riduce così il dosaggio dell’anestesia locale) e notevole riduzione del riflesso del vomito. Inoltre il protossido d’azoto minimizza la sensazione del trascorrere del tempo e toglie paura, stress, disagio, vergogna, inquietudine, nervosismo e impazienza. Il Protossido d’Azoto è un gas esilarante, e piace, per questo a tutti; lascia inoltre un piacevole senso di benessere. Le controindicazioni sono per i tossicodipendenti, nei soggetti in cura con antidepressivi, nelle infezioni polmonari acute e nelle gravi malattie mentali.

A chi è consigliata l’analgesia sedativa ?

L’uso dell’analgesia sedativa è consigliata a tutti i pazienti che soffrono e sono soggetti ad attacchi di ansia e di panico, che hanno vissuto un’esperienza traumatica dal dentista e che, una volta entrati nella sala d’attesa dello studio odontoiatrico, vanno via dopo qualche minuto sapendo che è giunto il momento della resa dei conti con la poltroncina e gli arnesi connessi. L’analgesia sedativa è vivamente consigliata anche ai bambini poiché risultano essere sempre molto impauriti alla vista di un trapano o anche di un semplice specchietto di controllo.

A chi è scosigliata l’analgesia sedativa ?

E’ controindicata nei tossicodipendenti, nei soggetti in cura con antidepressivi, nelle infezioni polmonari acute e nelle gravi malattie mentali.
E’ inoltre sconsigliata nei primi 3 mesi di gravidanza.

Da oggi la paura del dentista non sarà più un problema

Con l’analgesia sedativa si dire basta al dolore ai denti. Basta poco a preoccupare il paziente, a renderlo teso ed impaurito, quasi come se fosse indifeso alla vista o al rumore di un trapano, come solitamente succede ai pazienti alla vista di qualsiasi arnese dell’odontoiatria; ma ecco che l’analgesia sedativa, che desensibilizza la mucosa orale, priva il paziente dal suo stato di dolore e paura; infatti, l’analgesia sedativa, oltre ad eliminare il dolore, è in grado anche di conferire al paziente un senso di benessere e tranquillità che, perciò, rende meno infernale qualsiasi trattamento odontoiatrico.

L’analgesia sedativa è una tecnica assolutamente sicura

Infatti il suo effetto è relativo al tempo strettamente necessario per il trattamento odontoiatrico permettendo, quindi, al paziente di tornare alla sua attività una volta uscito dallo studio odontoiatrico senza alcun problema o fastidio particolare. Non ci sono effetti collaterali con l’analgesia sedativa. Non si conoscono al momento allergie connesse all’analgesia sedativa.